Artrite reumatoide

 Anticorpi CCP  |  Fattore reumatoide

 

Anticorpi CCP

Prodotto

Codice articolo

Quantità di esami

EliA CCP 14-5515-01 4x12 esami

Materiale promozionale

Performance Characteristics
EliA CCP (pdf)

Antigeni

Dai dettagliati studi sui peptidi di filaggrina citrullinati da parte di Schellekens et al. nel 1998, divenne evidente che diversi pazienti affetti da artrite reumatoide riconoscevano diversi peptidi citrullinati. In varianti cicliche di questi peptidi, il residuo di citrullina è esposto in modo ottimale al legame con gli anticorpi. Alla fine del 2000, è stato presentato come "CCP di seconda generazione (CCP2)" e commercializzato come dosaggio EliA un dosaggio anti-CCP con nuovi peptidi ciclici - che erano maggiormente reattivi ai sieri con artrite reumatoide - e caratteristiche prestazionali migliorate.

L'EliA CCP si basa sull'esame dei CCP2.

Specificità e prevalenza anticorpale

Gli anti-CCP sono altamente specifici per l'artrite reumatoide. In uno studio interno, l'EliA CCP ha dimostrato una notevole sensibilità (87,8%) e una specificità del 96,9%.

Numerosi studi dimostrano che l'esame CCP permette ai medici di distinguere in modo efficace i pazienti affetti da artrite reumatoide da altre malattie simili, anche nei casi in cui il fattore reumatoide non è discriminante. Gli anticorpi anti-CCP possono essere rilevati molto precocemente nel corso dell'artrite reumatoide.

Informazioni sull'artrite reumatoide

Attività patologica

La presenza degli anti-CCP è associata a livelli significativamente maggiori delle erosioni confrontati al fattore reumatoide e ad altri parametri. Gli anti-CCP sono predittori indipendenti della progressione e del danno radiologico.

Quando si raccomanda la misurazione?

Sospetto di artrite reumatoide.

Isotipo anticorpale

IgG

Bibliografia

Schellekens GA, de Jong BA, van den Hoogen FH, et al. (1998)  |  Rantapää-Dahlqvist S, de Jong BA, Berglin E, et al. (2003)  |  Van Gaalen FA, Linn-Rasker SP, van Venrooij WJ, et al. (2004)  |  Forslind K, Ahlmén M, Eberhardt K, et al. (2004)

Torna all'inizio

 

Fattore reumatoide

Prodotti

Codice articolo

Quantità di esami

EliA RF IgM

14-5600-01

4x12 esami

EliA RF IgA

14-5601-01

4x12 esami

Materiale promozionale

Detailer EliA RF (PDF)

Antigene

Il fattore reumatoide (RF) è un anticorpo contro la porzione Fc dell'Immunoglobulina G (IgG), che è a sua volta un anticorpo. RF e IgG si uniscono per formare complessi immunitari che contribuiscono al processo patologico.

I well EliA sono rivestiti con IgG di coniglio aggregate.

Prevalenza anticorpale e uso prognostico

In combinazione con i segni e i sintomi, il fattore reumatoide può rivestire un ruolo sia nella diagnosi, sia nella prognosi della malattia e, di conseguenza, costituisce uno dei criteri di classificazione proposti dall'American College of Rheumatology (ACR). Circa l'80% delle persone affette da artrite reumatoide presenta un fattore reumatoide rilevabile. Il fattore reumatoide è stato riconosciuto come importante predittore di malattia più grave. La prevalenza dell'artrite reumatoide è notevolmente maggiore negli individui con anticorpi RF composti da più di un isotipo, più di frequente una combinazione di IgM e IgA.

Specificità

Tuttavia, la positività RF mostra una ridotta specificità diagnostica, in quanto il fattore reumatoide è presente in pazienti con altre malattie autoimmuni e infettive e anche in una proporzione ragguardevole di soggetti normali sani, in particolare nelle persone anziane. Il fattore reumatoide può inoltre essere rilevato a titoli elevati in gran parte dei pazienti affetti da sindrome di Sjögren primaria e può inoltre essere elevato nelle seguenti malattie: epatite cronica, qualsiasi infezione virale cronica, leucemia, dermatomiosite, mononucleosi infettiva, sclerosi sistemica e lupus eritematoso sistemico.

Quando si raccomanda la misurazione?

Sospetto di artrite reumatoide e di sindrome di Sjögren.

Isotipi anticorpali

IgM e IgA

Bibliografia

De Angelis V, Meroni PL.   |  Nishimura K, Sugiyama D, Kogota,Y et al.  |  Jaskowski TD, Hill HR, Russo KL et al.

Torna all'inizio